Rurale e agreste

Direttamente dal latte dei pascoli montani,

la filiera lattiero-casearia della Valle d’Aosta propone una ricca varietà di sapori e di consistenze, tra cui spicca certamente la Fontina DOP, prodotta ancora oggi secondo gesti e consuetudini plurisecolari, con latte crudo di una sola mungitura di vacca rigorosamente appartenente alla razza valdostana (pezzata rossa, pezzata nera, castana). Un racconto unico, frutto irripetibile di particolari condizioni geografiche, di materie prime di livello e di antiche tecniche di produzione ancora utilizzate.

Quando si parla di Fontina è fondamentale distinguere la produzione invernale, quando le mucche si nutrono di fieno, dalla produzione estiva, quando le mucche, in alpeggio, si nutrono di una varietà di erbe di montagna (timo selvatico, genziane, rododendro, viole, achillea.) le cui fragranze caratterizzano la produzione delle fontine di alpeggio.

Oltre alla Fontina DOP, i caseifici e le aziende valdostane producono altri formaggi vaccini freschi e stagionati: diverse Tome, il burro, il Seras, una pregiata ricotta ricavata dopo la produzione della Fontina o della toma, il Reblec, formaggio fresco e cremoso ricavato dalla panna affiorata spontaneamente, ma anche caprini e altri derivati del latte.

Visitabili su prenotazione, le aziende agricole casearie hanno anche punti vendita al dettaglio ed alcune, in estate, consentono la visita dell’alpeggio in quota.

Ma dove andare?
Ci sono due vallate, tra tutte, che sono consigliate

La Valpelline

alla scoperta di uno spettacolare magazzino di stagionatura della Fontina scavato all’interno di un’antica miniera di rame

Il centro visitatori della Cooperativa produttori latte e fontina situato a Valpelline, mette a disposizione varie aree espositive con pannelli didattici e oggetti legati alla storia e al mondo della fontina, una sala proiezioni per scoprire le fasi produttive della Fontina DOP e un punto vendita. Ciò che sorprende però sono i tunnel scavati nella roccia per la stagionatura della fontina: un magazzino, visitabile a orari fissi, che offre uno spettacolo suggestivo con centinaia di forme in maturazione, curate giornalmente e manualmente una a una.

Oltre all’affascinante magazzino di stagionatura della fontina, nella Valpelline si trova la maggiore concentrazione di aziende agricole e casearie visitabili della Valle d’Aosta:

  • a Ollomont la Conca di By, che riunisce otto alpeggi e propone quindi otto diverse Fontine di alpeggio, tre delle quali hanno vinto la medaglia d’oro al Concorso regionale delle Fontine di alpeggio nel 2018.
  • a Bionaz l’Azienda agricola Leo Bétemps, pluripremiata al concorso regionale delle Fontine di alpeggio  con un punto vendita in loc. Place Moulin e l’Azienda agricola La Tza di Eliana Fiorini specializzata nella produzione di caprini derivati dall’allevamento di capre di razza camosciata delle Alpi
  • a Gignod l’Azienda agricola D&D di Duclos Christian e Lorenzo, con un punto vendita aperto tutti i giorni dove si trovano Fontina, tome, Reblec, ricotta, brossa, burro, tomini e yogurt.

La Val d’Ayas

alla scoperta della seconda DOP della Valle d’Aosta, il Valle d’Aosta Fromadzo DOP

La produzione casearia della Val d’Ayas si contraddistingue per la produzione della seconda DOP della Valle d’Aosta, il Valle d’Aosta Fromadzo DOP, ricavato dal latte di vacche di razza valdostana munto esclusivamente negli alpeggi dell’alta Val d’Ayas. Prodotto con latte crudo parzialmente scremato per affioramento naturale proveniente da almeno due mungiture, la produzione estiva del Fromadzo DOP si caratterizza per un particolare profumo derivante dalla ricchezza floristica dei pascoli.

Per scoprire la seconda DOP valdostana occorre visitare la Fromagerie Haut Val d’Ayas a Brusson. Nata nel 2004 con l’obiettivo di razionalizzare la produzione e la trasformazione del latte della vallata secondo l’antico modello delle latterie turnarie riunisce oggi circa 65 conferitori della zona. All’interno della cooperativa si trovano spazi didattico-divulgativi ed è inoltre possibile assistere alle fasi di lavorazione. Nel punto vendita non mancheranno la toma aromatizzata (arricchita con bacche di ginepro sminuzzate, peperoncino, erba cipollina o erbe di montagna) e la celebre toma di Gressoney, prodotta nella confinante Valle del Lys con metodi ancora oggi tradizionali.

La Val d’Ayas conta tante altre aziende agricole casearie tra le quali, sempre a Brusson, la Società agricola Dondeynaz e Gamba, piccola azienda a conduzione familiare e l’Azienda Agricola Bagnod ad Ayas con un punto vendita aperto tutti i giorni.

Social

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi